Sync.com - private cloud
We recommend Sync.com for the security of your data

Nov 042016
 

img_0360

Mayapur, 21 febbraio 1976

Quando Caitanya Mahāprabhu voleva fare un poco di para-upakāra…
bhārata bhūmite manuṣya-janma haila yāra
(manuṣya) janma sārthaka kari’ kara para-upakāra
(CC Adi 9.41)
Queste attività assistenziali non intendno il benessere di questo corpo. Erano intese per l’anima, la stessa cosa che Krishna voleva imprimere ad Arjuna: “Non sei questo corpo. Sei l’anima.” Antavanta ime dehaḥ nityasyoktāḥ śarīriṇaḥ, na hanyate hanyamāne śarīre (BG 2.20). Quindi, vera attività di assistenza significa guardare l’interesse dell’anima. Qual è l’interesse dell’anima? L’interesse dell’anima è che l’anima è parte integrante di Krishna, Dio. Proprio come una piccola scintilla di fuoco è parte integrante del fuoco più grande, allo stesso modo, noi esseri viventi, siamo minuscole piccole scintille del Supremo Brahman, Para-brahman, o Krishna. Così, come la scintilla nel fuoco appare molto bella, anche il fuoco appare bello; e anche se la scintilla sembra bella, non appena cade dal fuoco, si estingue.
Quindi la nostra condizione, la nostra condizione attuale, è che siamo caduti giù dal fuoco completo, Krishna. Questo è spiegato in un semplice linguaggio Bengali:
kṛṣṇa bhūliyā jīva bhoga vāñchā kare
pasate māyā tāre jāpaṭiyā dhare
Māyā significa oscurità, ignoranza. Questo è un bell’esempio. Le scintille del fuoco danzano molto bene con il fuoco, e sono anche luminose. Ma non appena cadono a terra, diventano cenere; cenere nera, senza alcuna qualità ardente. Allo stesso modo, noi siamo destinati per danzare e giocare e camminare e vivere con Krishna. Quella è la nostra vera posizione, quella è Vṛndāvana: ognuno è conneso a Krishna; gli alberi, i fiori, l’acqua, le mucche, i vitelli, i giovani pastori, i pastori anziani, Nanda Mahārāja le altre persone della sua età, e poi Yaśodāmayī, la madre, e poi le gopī… La vita di Vṛndāvana è così. Questa è l’immagine di Vṛndāvana. Krishna viene con l’immagine completa di Vṛndāvana e mostra la Sua vita di Vṛndāvana, -cintāmaṇi-prakara-sadmasu- solo per attrarci. “State cercando di godere in questo mondo materiale ma qui non potete godere perché siete eterni. Non è possibile ottenere la vita eterna qui. Quindi venite a Me. Vienite da me.” Tyaktvā dehaṁ punar janma naiti mām eti kaunteya (BG 4.9). Questo è il Movimento per la Coscienza di Krishna. (A parte : Per favore, chiedete loro di attendere per il prasādam.) Tyaktvā dehaṁ punar janma naiti mām eti. Questo è l’invito. mām eti, si torna a casa, da Dio. Questo è l’intero insegnamento della Bhagavad-gītā. E alla fine Egli ha detto: sarva-dharmān parityajya mām ekaṁ śaraṇaṁ vraja (BG 18.66). Perché vi infastidite producendo così tanti progetti per adattare la vita materiale? Questo non è possibile. Qui non è possibile. Qui, finché siete a contatto con la materia, dovete cambiare il corpo. Prakṛteḥ kriyamāṇāni (BG 3.27)… Prakṛti-stho. Com’è quel verso? puruṣaḥ prakṛti-stho ‘pi…
Hṛdayānanda: bhuñjate prakṛti-jān guṇān.
Prabhupāda: bhuñjate prakṛti-jān guṇān.

This post has already been read 83 times

Sorry, the comment form is closed at this time.