Sync.com - private cloud
We recommend Sync.com for the security of your data

Aug 262016
 

image

Conversazione — Melbourne, 23 aprile 1976

Mr. Dixon: La critica sul consumo di carne deriva dal fatto che gli animali hanno le loro vite che sono concesse…
Prabhupāda: Il vegetale ha vita.
Mr. Dixon: Sì. Quello che sto chiedendo è: perché gli animali hanno una priorità più alta nella vita rispetto alla verdura?
Prabhupāda: Nessuna questione di priorità. La nostra filosofia è che siamo servitori di Dio. Dio mangerà, e qualunque avanzo di cibo avrà lasciato, lo prenderemo. Nella Bhagavad-gītā troverai questo verso: patraṁ puṣpaṁ phalaṁ toyaṁ yo me bhaktyā prayacchati (BG 9.26). Proprio come voi siete venuto qui. Quindi, se voglio offrirvi qualcosa di commestibile, è mio dovere chiederti: “Signor Nixon, che pietanza gradiresti mangiare?” Così voi direte: “Mi piace molto questo”. Quindi, se vi offrirò tale vivanda, allora avrete piacere. Noi abbiamo chiamato Krishna in questo Tempio, quindi siamo in attesa, quale alimento vorrà mangiare? E così Egli ha detto che…
Guru-kṛpā: “Se Mi si offre con amore e devozione una foglia, un fiore, un frutto o dell’acqua, Io li accetterò”.
Prabhupāda: patraṁ puṣpaṁ phalam. Egli chiede cose molto semplici che tutti possono offrire. Proprio come una piccola foglia, patram, un piccolo fiore, puṣpam, un po’ di frutta, e un po’ di liquido, acqua o latte. Così noi li offriamo. Prepariamo diverse varietà con questi ingredienti, patraṁ puṣpaṁ phalam toyam (BG 9.26), e dopo che Krishna ha mangiato, noi li prendiamo. Siamo servitori; prendiamo i resti degli alimenti lasciati da Krishna. Non siamo né vegetariani, né non-vegetariani. Stiamo prasād-iani. Non ci interessa se è vegetale o non vegetale, perché sia che si uccida una mucca o si uccida un vegetale, l’azione è colpevole. E secondo la legge della natura, si dice che gli animali che non hanno mani sono cibo per gli animali con le mani. Anche noi siamo animali con le mani. Noi esseri umani, siamo anche noi animali con le mani, e loro sono animali -nessuna mano, ma quattro gambe. E ci sono animali che non hanno gambe, cioè i vegetali. apadāni catuṣ-padām. Questi animali che non hanno gambe, sono cibo per gli animali con quattro gambe. Proprio come la mucca mangia erba, la capra mangia erba. Quindi, a mangiare verdura, non vi è alcun credito. Piuttosto le capre e le mucche hanno più merito, perché non toccano nulla tranne i vegetali. Quindi noi non predichiamo di diventare capre o mucche. No. Noi predichiamo che si diventi servitori di Krishna. Quindi, qualunque cosa mangi Krishna, noi la mangiamo. Se Krishna dice:”Dammi della carne, dammi le uova”, allora noi offriremmo a Krishna carne e uova e le prenderemmo. Quindi non pensare che siamo vegetariani o non-vegetariani. No. Non è la nostra filosofia. Perché sia che si prenda verdure o si prenda carne, si sta uccidendo. E si deve uccidere, perché altrimenti non si può vivere. Questo è il corso della natura. Quindi noi non siamo in quel modo.
Mr. Dixon: Beh, perché mettete restrizioni su…
Prabhupāda: Restrizione nel senso di non mangiare carne, perché è necessaria la protezione della mucca. Abbiamo bisogno di latte. E se invece di prendere il latte mangiamo le mucche, allora il latte dove è?
Mr. Dixon: Quindi il latte è molto importante.
Prabhupāda: Molto, molto importante.
Mr. Dixon: In termini di produzione di cibo per il mondo, il mondo starebbe molto meglio senza mangiare animali.
Prabhupāda: Il latte è necessario. Alcuni cibi vitaminici e grassi sono necessari. Tale necessità è fornita dal latte. Pertanto specificamente…
Mr. Dixon: Sarebbe possibile ottenere tutte le necessità dai cereali?
Prabhupāda: Cereali, no. I grani sono amido. Secondo la scienza medica, abbiamo bisogno questi quattro diversi gruppi: amido, carboidrati, proteine ​​e grassi. Questo è il cibo completo. E’ possibile ottenere tutte queste cose mangiando riso, dahl -legumi- e grano. Queste cose contengono…legumi e grano contengono proteine. E anche il latte contiene proteine. Abbiamo bisogno di proteine. I grassi li otteniamo dal latte. I grassi sono necessari. E verdure, carboidrati; e grano, amido. Quindi, se si preparano buoni alimenti con tutti questi ingredienti, si è completi. E offrendoli a Krishna sono purificati. Quindi si è liberi da tutte le attività colpevoli. Altrimenti, anche se uccidi un vegetale, sei nel peccato, perché ha vita. Non hai il diritto di uccidere un’altra vita. Ma devi vivere sulla vita. Questa è la tua posizione. Quindi la soluzione è che tu prenda prasādam. Se c’è peccato mangiando verdura o carne, questo va a chi mangia. Noi prendiamo gli avanzi, questo è tutto.

This post has already been read 91 times

Sorry, the comment form is closed at this time.