Jul 172017
 

Srimad Bhagavatam 01.08.32 – Los Angeles

Perché siamo parte e particelle di Kṛṣṇa. Kṛṣṇa è Aja. Aja significa chi non ha nascita e morte. Siamo anche noi Aja. Come possiamo essere altrimenti? Se Kṛṣṇa, io sono parte integrante di Kṛṣṇa. Lo stesso esempio possiamo vedere. Se il mio, se mio padre è felice, così io sono il figlio di mio padre. Perché non dovrei, dovrei essere infelice? Questo è la conclusione naturale. Perché godrò la proprietà di mio padre come mio padre sta godendo. Allo stesso modo Dio è onnipotente. Kṛṣṇa è onnipotente, ha tutta la bellezza, tutto il sapere, tutto completo. Forse non sono completo, ma perché sono parte integrante, così ho, ho avuto tutte le qualità di Dio in parte integrante. Non è che … Così Dio non muore. Egli è aja. Così anche io non morirò. Questa è la mia posizione. E questo è spiegato nella Bhagavad-gītā che: na jāyate mriyate vA kadācit. Quando sta descrivendo sull’anima, Kṛṣṇa dice che l’anima non è mai nata, na jāyate, na mriyate. E se uno è non nato, come può morire? Non c’è domanda di morte. La morte è una cosa che ha ottenuto una nascita. Se uno non ha nascita, non c’è questione di morte. Na jāyate mriyate vā.. Quindi siamo parte integrante di Kṛṣṇa. Poichè Kṛṣṇa è Aja, siamo anche noi aja. Questo noi non sappiamo. Questa è ignoranza. Questa è ignoranza.

Stanno facendo ricerche scientifiche, ma non sanno che ogni essere vivente è un’anima spirituale. Egli non ha nascita. Egli non muore. Lui è eterno. Nityaḥ śāśvato ‘yam, eterno, purāṇaḥ, anche se è il più vecchio, na hanyate. La conclusione: na hanyate hanyamāne śarīre (BG 2.20). Così, dopo l’annientamento di questo corpo l’anima non muore. Accetta un altro corpo. Questa è la nostra malattia. Questo è chiamato bhava-roga. Bhava-roga significa malattia materiale. Così Kṛṣṇa, essendo il supremo essere vivente, nityo nityānāṁ cetanaś cetanānām (Kaṭha Upaniṣad 2.2.13) Kṛṣṇa è esattamente come noi. O noi siamo un imitazione di Kṛṣṇa. La differenza è, Kṛṣṇa è vibhu, illimitato, e noi siamo aṇu, siamo limitati. Questa è la differenza. In caso contrario, qualitativamente, siamo completi come Kṛṣṇa. Pertanto qualunque propensità Kṛṣṇa ha, abbiamo ottenuto anche noi tutte queste propensità. Kṛṣṇa ha la propensione di amare l’altro sesso. Per questo abbiamo ottenuto questa propensione, di amare l’altro sesso. L’inizio dell’amore è lì in Rādhā e Kṛṣṇa eterno amore tra Rādhā e Kṛṣṇa. Quindi stiamo anche cercando l’amore eterno, ma perché siamo condizionati dalle leggi materiali, viene interrotto. Viene interrotto.

Quindi, se usciamo da questa interruzione, allora otteniamo simili storie d’amore come Kṛṣṇa e Rādhārāṇī. Così la nostra attività dovrebbe essere come tornare a casa, tornare da Kṛṣṇa. Perché andare da Kṛṣṇa significa, Kṛṣṇa è eterno, otteniamo un corpo eterno. Proprio come diventare un segretario o anche un servitore del presidente Nixon, è anche un grande uomo. È anche un grande uomo. Perché a meno che uno ha avuto qualche particolare qualità, non può diventare servitore personale del presidente Nixon, o il suo segretario. Non è possibile. Nessun uomo ordinario può diventare servitore o segretario del presidente Nixon. Allo stesso modo per tornare a casa, da Dio significa ottieni lo stesso tipo di corpo, come Kṛṣṇa ha. Tu diventi aja. Ajo nityaḥ śāśvato ‘yam. Questa è una malattia, cambiare il nostro corpo. Così Kṛṣṇa è Aja.

This post has already been read 11 times

Sorry, the comment form is closed at this time.