Sync.com - private cloud
We recommend Sync.com for the security of your data

Nov 012016
 

img_1024

Londra, 21 agosto 1973

Così Krishna dice: ācāryaṁ māṁ vijānīyān (SB 11.17.27), “Accetta l’ācārya come fossi Io”. Perché? Vedo che è un uomo. I suoi figli lo chiamano padre, si presenta come un uomo, quindi perché dovrebbe essere tanto quanto Dio? Perché parla come parla Dio, questo è tutto. Quindi, lui non pone alcun cambiamento. Proprio come Dio, Krishna, dice: sarva-dharmān parityajya mām ekaṁ śaraṇaṁ vraja (BG 18.66). Il guru dice che ti devi abbandonare a Krishna, o Dio. La stesse parole. Dio dice: man-manā bhava mad-bhakto mad-yājī māṁ namaskuru (BG 18.65). Il guru dice che devi pensare sempre a Krishna, arrenderti a Lui, offrirGi le tue preghiere, diventare Suo devoto. Non vi è alcuna modifica. Siccome lui parla come parla la Persona Suprema, quindi è un guru. Anche se vediamo che sia nato materialmente, che il suo comportamento è come quello di altri uomini. Ma poiché dice la stessa verità come viene riferita nei Veda, o dalla Persona Suprema, allora egli è il guru. Poiché non fa alcun cambiamento a proprio capriccio allora è il guru. Questa è la definizione. È molto semplice. Caitanya Mahāprabhu ha chiesto a tutti di diventare guru. A ognuno, perché c’è bisogno di guru. Il mondo è pieno di mascalzoni, quindi c’è bisogno di tanti guru per insegnare loro. Ma qual è che la qualifica del guru? Come possono tutti diventare guru? Questa potrebbe essere la conseguente domanda. Perché Mahaprabhu dice: āmāra ājñāya guru hañā tāra ei deśa (CC Madhya 7.128). ei deśa significa: comunque tu viva, diventa un guru e liberali. Supponiamo tu viva in un piccolo quartiere; puoi diventare un guru di quel quartiere e liberarli. —Come è possibile? Non ho alcuna istruzione, non ho conoscenza. Come posso diventare guru e liberarli? ” Caitanya Mahāprabhu ha detto che non è affatto difficile. yāre dekha tāre kaha ‘kṛṣṇa’-upadeśa (CC Madhya 7.128). Questa è la tua qualifica. Se semplicemente diffondi il messaggio dato da Krishna tu diventi guru. Krishna ha detto: sarva-dharmān parityajya mām ekaṁ śaraṇaṁ vraja (BG 18.66). Predica, chiedi a ognuno: “Signore, arrenditi a Krishna!” Tu diventi guru, una cosa molto semplice. Krishna ha detto: man-manā bhava mad-bhakto mad-yājī māṁ namaskuru (BG 18.65). Tu dici: “Diventa un devoto di Krishna, offriGli i tuoi rispetti. Qui è un tempio; c’è Krishna. Avani, prego. Offrite i vostri omaggi, e se potete offrire patraṁ puṣpaṁ phalaṁ toyaṁ (BG 9.26). Non offrite… Ma è una cosa molto semplice. Chiunque può procurarsi un piccolo fiore, un po’ di frutta, un po’ d’acqua. Non è affatto difficile.”
Quindi questa è la qualificazione del guru. Il guru non mostra alcuna magia o produce qualcosa di meraviglioso per diventare guru. Io l’ho fatto praticamente. Le persone mi accreditano che ho fatto miracoli, ma il mio miracolo è che ho portato il messaggio di Caitanya Mahāprabhu: yāre dekha tāre kaha ‘kṛṣṇa’-upadeśa (CC Madhya 7.128). Quindi questo è il segreto. Quindi chiunque di voi può diventare guru. Non è che io sono un uomo straordinario, un Dio straordinario proveniente da un luogo misterioso. Non è così. È una cosa molto semplice.

This post has already been read 142 times

Sorry, the comment form is closed at this time.