Jun 292017
 

Srimad Bhagavatam 02.02.06 – New York

Quindi questa è la realtà. Stiamo viaggiando in tutto l’universo. Non solo siamo arrivati su questo pianeta. Abbiamo viaggiato su molti altri pianeti. Altrimenti, come Krishna dice bhrāmayan, vagando; sarva-Bhutani, tutti gli esseri viventi – sia nel sistema planetario superiore o inferiore di questo sistema planetario? E come si viaggia?Yantrārūḍhāni. Questo yantra, questo corpo. Gli viene dato un corpo. Ora, se io voglio andare sulla luna o un altro pianeta superiore, si tu potrai andare. Ma non questo yantra, la vostra cosidetta sputnik teeny. No. Dovete prendere lo yantra, la macchina, il veicolo, da Krishna. Egli vi darà se volete, se siete seri, se volete andare sulla luna, poi pregate Kṛṣṇa in questo modo ” Dammi un yantra, o una macchina, così posso andare sulla luna”. Poi puoi andare. Altrimenti spenderai inutilmente soldi, e cerchi di andare da qualche parte e portare un pò di polvere. e voi direte: “Ora io… siamo trionfante.” È tutto. Ma se volete andarci seriamente, allora dovete prepararvi in questa vita. Pregate il Signore Supremo, che ha creato tutto questo, la luna, il sole, e altro e questo pianeta. ed Egli vi renderà capace, qualificato per andare là. Non si può andare sul pianeta sole. E ‘molto, molto caldo, ad alta temperatura. Similmente, è molto, molto freddo sul pianeta luna. Così come si può andare con questo corpo? Questo corpo significa questa macchina.

Poi si deve accettare un’altra macchina. Questo è il processo. Questo è il processo. Questo è affermato nella Bhagavad-gītā:

yānti deva-vratā devān
pitṟn yānti pitṛ-vratāḥ
bhūtejyā yānti bhūtāni
mad-yājino ‘pi yānti mām
(BG 9.25)
Tutto è chiaramente affermato lì, se volete andare sui pianeti superiori o sul sistema planetario superiore, sono lì, di fronte a voi. È possibile vederli, il pianeta sole è lì, ma siete squalificati non potete andare lì. Ma la cosa è lì. Non è fittizio. La temperatura è lì, descrizione śāstra, YAC-cakṣur ESA Savita sakala-grahāṇāṁ (Bs. 5.52). Savitā significa il sole. Egli è l’occhio di tutti i pianeti, perché senza il sole non si può vedere. Tu sei molto orgoglioso dei tuoi occhi, ma appena non c’è il sole, allora siete ciechi. Pertanto, YAC-cakṣur ESA Savita sakala-grahāṇāṁ. Di tutti i pianeti, a meno che non ci sia la luce del sole non si può vedere. E il pianeta sole è lì di fronte a voi. Ogni mattina vediamo i raggi del sole.Perchè non vai là? Eh? Vai. Hai avuto un bel modo 747. (risate) Non potete. Allora dovete pregare. Īśvara, Kṛṣṇa, è vicino al tuo cuore, e se tu ferventemente preghi, Lui è molto gentile. Perciò Egli vi dà diversi tipi di veicoli. Bhrāmayan sarva-bhūtāni yantrārūḍhāni māyayā (BG 18.61). Bhrāmayan significa farlo aggirare in ogni pianeta, in ogni specie di vita. Sarva-bhūtāni: tutte le specie di vita. Ci sono diversi tipi di uccelli, diversi tipi di animali, diversi tipi di esseri umani. Questo si chiama vicitra, varietà. La creazione di Dio è varietà.

Quindi, se volete andare da qualche parte in questo mondo o al di là di questo mondo materiale, al di là di questo mondo materiale: paras tasmāt tu bhāvo ‘nyo’ vyakto ‘vyaktāt sanātanaḥ (BG 8.20). Kṛṣṇa vi informa che c’è un altro materiale, ehm, la natura. Questa è la natura spirituale. Proprio come abbiamo avuto questa esperienza, anche se non si poteva andare da nessuna parte, ma vediamo, attraverso lo studio, la geografia, che ci sono molte, molte centinaia, migliaia e milioni di pianeti. Similmente, c’è un altra natura. Ci sono anche, in modo simile. Lo stesso – non solo lo stesso; è tre volte in pù di questo mondo materiale. Questa è solo una parte della creazione di Dio. Ekāṁśena sthito jagat.

atha vā bahunaitena
kiṁ jñātena tavārjuna
viṣṭabhyāham idaṁ kṛtsnam
ekāṁśena sthito jagat
(BG 10.42)

This post has already been read 38 times

Sorry, the comment form is closed at this time.