Jul 182017
 

Srimad Bhagavatam 01.08.35 – Los Angeles

Devoto: Traduzione: «E adesso altri dicono che sei apparso per ringiovanire il servizio devozionale di ascoltare, ricordare, adorare e così via, in modo che le anime condizionate sofferenti dai morsi materiali potrebbero trarre vantaggio e ottenere la liberazione “. (SB 1.8.35)

Prabhupāda: Asmin bhave. Asmin significa “questo”. Creazione, bhave significa creazione. Bhava, bhava significa “si diventa”. “Tu diventi” significa che anche svanisci. Non appena vi è questione di tu diventi, tu anche svanisci. Tutto ciò che è nato deve morire. Questa è la legge della natura. I cosiddetti scienziati stanno cercando, fermeranno la morte per il loro lavoro di ricerca scientifica, ma non sanno che ogni cosa che nasce deve morire. Janma-mṛtyu. Questo è relativo. E tutto ciò che non è nato, non morirà. La materia è nata. Qualsiasi cosa materiale, nasce. Ma lo spirito non è nato. Perciò nella Bhagavad-gītā è detto, na jāyate na mriyate vā kadācin (BG 2.20). L’anima non è mai nata, e quindi non muore mai.

Ora, bhave ‘smin. Bhava, questo bhava significa questo mondo materiale, manifestazione cosmica. Bhave ‘smin kliśyamānānām. Chiunque sia in questo mondo materiale deve lavorare. Questo è il mondo materiale. Proprio come nella prigione, non è possibile che egli si sieda ed egli sarà onorato come il genero. No. Nel nostro paese il genero è molto venerato. Adorato significa lusingato. Non può divorziare dalla figlia. Pertanto, nessuno dovrebbe aspettarsi … Possiamo parlare qualcosa di divertente sul genero in India. Precedentemente … È ancora in uso che la figlia deve sposarsi. Questa è la responsabilità del padre. Si chiama Kanya-dana. Un padre può forse non mandare in sposalizio il figlio. Questa non è una grande responsabilità. Ma se c’è una figlia, il padre deve vederla sposata. Prima questo accadeva con dieci anni, dodici anni, tredici anni. Non più di questo. Questo è il sistema. Questo era il sistema vedico. Kanyā. Kanyā significa prima di raggiungere la pubertà. Kanyā.. Così kanyā-dāna. Deve essere data in carità a qualcuno. Così, nel pulina brāhmaṇa,brāhmaṇa, comunità molto rispettabile, era molto difficile trovare un genero adatto. Pertanto, un signore poteva diventare un uomo d’affari semplicemente sposandosi. Nella mia fanciullezza, quando ero uno studente, uno studente di scuola, ho avuto un amico di classe, lui mi portò a casa sua. Così ho visto un signore che stava fumando, e lui mi ha detto, “Conosci questo signore?” Ho risposto: “Oh, come posso saperlo?” “Egli è il marito di mia zia, e mia zia è la sessantaquattresima moglie di questo signore.” Sessantaquattresima. Così, questi pulina brāhmaṇas, i loro affari erano così. Sposarsi da qualche parte, stare lì alcuni giorni, di nuovo andare da un’altra moglie, di nuovo andare da un’altra moglie, di nuovo andare da un altra. Semplicemente andare dalla moglie, questo è l’affare. Si trattava di un sistema sociale che abbiamo visto. Ora, queste cose sono ormai passate. Nessuno sposarà un marito che si è sposato sessantaquattro volte. (Risate) Ma era cos’ì. Quindi, il genero, in questo caso, è molto onorato. Ci sono molte storie. Non dovremmo sprecare il nostro tempo in questo modo. (Risate)

This post has already been read 32 times

Sorry, the comment form is closed at this time.