Jul 152017
 

Srimad Bhagavatam 01.08.31 – Los Angeles

Non dobbiamo amare Kṛṣṇa per qualche guadagno materiale. Non è che:. “Kṛṣṇa dacci il nostro pane quotidiano. Poi ti amo. Kṛṣṇa, dammi questo. Poi ti amo. ” Non c’è alcun scambio di merce. Questo è voluto. Kṛṣṇa vuole quel tipo di amore. Così qui si dice, questa posizione, yā te daśā, daśā… Quando, non appena Kṛṣṇa vide madre Yaśodā venire con una corda per legarlo, Egli divenne subito molto pauroso che gli scendevano le lacrime. “Oh, la mamma viene per legarmi”.Yā te daśāśru-kalila añjana. E l’unguento veniva lavato via. E sambhrama. E con grande rispetto guardando alla madre, con sentimento di supplica: «Sì, mamma, ti ho offeso. Gentilmente scusami.” Questa era la scena di Kṛṣṇa. Così questa scena è apprezzata da Kuntī. E immediatamente abbassò la testa.

Quindi questa è un altra perfezione di Kṛṣṇa, anche se è la Persona Suprema di Dio… Nella Bhagavad-gītā dice: mattaḥ parataraṁ nānyat kiñcid asti dhanañjaya (BG 7.7). “Mio caro Arjuna, non c’è nessun essere superiore a me. Io sono il più grande.” Mattah parataraṁ na anyat. Non c’è nessun altro.” Quella Persona Suprema di Dio, al di sopra del quale non c’è nessuno, questa Suprema Personalità di Dio si inchina davanti a madre Yaśodā. Ninīya, vaktraṁ ninīya. Lui accetta: “Mia cara madre, sì, sono colpevole.” Ninīya vaktraṁ bhaya-bhāvanayā, con un senso di timore. Sthitasya. A volte, quando Yaśodāmātā, madreYaśodā, usava vedere che il bambino diventava troppo impaurito, anche lei diventava disturbata. Perché se il bambino è disturbato … Si tratta di psicologia. Vi è una certa reazione mentale. Quindi madre Yaśodā non voleva che in realtà Kṛṣṇa avrebbe sofferto per la mia punizione. Quello non era Kṛṣṇa, era lo scopo di Yaśodā. Ma come il sentimento di una madre, quando si sente troppo disturbata, il bambino è …

Questo sistema è ancora in corso in India, quando il bambino è troppo disturbato, viene legato in un posto. Questo è un sistema molto comune. Così madre Yaśodā ha adottato questo sistema. Sā māṁ vimohayati. Questa è la scena apprezzata dai puri devoti, quanta grandezza è lì nella Persona Suprema, Egli sta giocando esattamente un bambino perfetto. Quando sta giocando come un bambino, gioca perfettamente. Quando Egli svolge il ruolo di un marito, 16.000 mogli, sta giocando perfettamente come marito. Quando giocava come amante delle gopīs, Stava giocando perfettamente. Quando era amico dei giovani pastori, stava giocando perfettamente.

I ragazzi pastorelli tutti dipendono da Kṛṣṇa. Volevano assaggiare il frutto dell’albero della palma, ma c’era un demone, Gardabhāsura, non avrebbe permesso a nessuno di entrare in quel albero di palma Ma gli amici di Kṛṣṇa, i pastorelli, hanno chiesto: Kṛṣṇa, vogliamo assaggiare quel frutto. Puoi organizzare …” “Sì.” Immediatamente Kṛṣṇa organizzò. Kṛṣṇa e Balarāma andarono nella foresta, e i demoni, vivevano lì nella forma di asini, e subito sono andati a dare calci con le zampe posteriori a Kṛṣṇa e Balarāma. Balarāma catturò uno di loro e subito lo gettò sulla cima dell’albero e il demone morì.

Così gli amici erano anche molto obbligati verso Kṛṣṇa. C’era un fuoco tutt’intorno. Non sapevano nulla. “Kṛṣṇa.”. “Sì.”Kṛṣṇa è pronto. Kṛṣṇa immediatamente inghiottì l’intero fuoco. C’erano così molti demoni attaccati. Ogni giorno, tutti i ragazzi, sarebbero tornati a casa loro e spiegare alle loro madri: “Madre, Kṛṣṇa è così meraviglioso. Vedi. Questo è successo oggi”. E la madre diceva: “Sì, il nostro Kṛṣṇa è meraviglioso.” Così tanto. Questo è tutto. Non sapevano che Kṛṣṇa è Dio, Kṛṣṇa è la Persona Suprema. Kṛṣṇa è meraviglioso. Questo è tutto. E il loro amore aumenta. Quanto più percepiscono le meravigliose attività di Kṛṣṇa, tanto diventano più amorevoli. «Forse Egli può essere un essere celeste. Sì.” Questo è il loro suggerimento. Quando Nanda Mahārāja parlerà con i suoi amici e gli amici parleranno di Kṛṣṇa… «Oh, Nanda Mahārāja, tuo figlio Kṛṣṇa è meraviglioso. “Sì, vedo che. Forse è qualche essere celeste.” Questo è tutto. “Forse.” Questo non è altrettanto certo. (Risate) Così gli abitanti di Vṛndāvana, a loro non importa chi è Dio, chi non è Dio. Questo non è il loro business. Ma vogliono Kṛṣṇa e amano Kṛṣṇa. Questo è tutto.

This post has already been read 9 times

Sorry, the comment form is closed at this time.