Nov 262016
 

img_0623

Bhagavad-Gita 2.21-22 — Londra, 26 agosto 1973

L’intero universo è gestito dagli assistenti di Dio. Questo secondo Brahmā, l’assistente più potente. Tene brahma hṛdā ya ādi-kavaye muhyanti yat sūrayaḥ (SB 1.1.1). Anche nel cuore del Brahmā , tene brahma hṛdā. hṛdā, di nuovo hṛdā. Brahmā era solo, quindi cosa poteva fare? Brahmā era perplesso. Ma Krishna gli diede struzioni: “Crea l’universo in questo modo.” Buddhi-yogaṁ dadāmi tam: “Io do l’intelligenza.” C’è tutto lì. C’è tutto, Krishna è sempre con voi. Se si vuole tornare a casa, da Dio, Krishna allora è pronto a darvi tutte le istruzioni. “Sì, yena mām upayānti te.” Egli dà il’struzione: “Sì, fai così. Poi avrai finito con i tuoi impegni materiali, e dopo aver lasciato questo corpo, verrai a Me “. Ma se si vuole continuare con questa esistenza materiale allora: vāsāṁsi jīrṇāni yathā vihāya (BG 2.22), si deve accettare un corpo; e quando non è più utilizzabile allora dovrete lasciarlo e accettarne un altro. Questa è la continuazione dell’esistenza materiale. Ma se vi si vuole porre fine, se si è realmente disgustati da questo tipo di attività, bhūtvā bhūtvā pralīyate (BG 8.19), nascere, di nuovo morire, rinascere… Ma siamo così spudorati e così feccia da non essere poi così disgustati da questi affari. Vogliamo continuare, e quindi anche Krishna è pronto: “Va bene, continua.” Questo è affermato nella Bhagavad-gītā: yantrārūḍhāni māyayā.
īśvaraḥ sarva-bhūtānāṁ
hṛd-deśe ‘rjuna tiṣṭhati
bhrāmayan sarva-bhūtāni
yantrārūḍhāni māyayā
(BG 18.61)
Molto chiaro. Krishna conosce il vostro desiderio di voler ancora godere di questo mondo materiale, “Va bene, divertiti.” Quindi, per godere di diversi tipi di divertimento, abbiamo bisogno di diversi tipi di strumenti. E Krishna è così gentile che te li prepara, “Va bene.” Proprio come il padre che dà un giocattolo; il bambino vuole una macchina: “Va bene, prendi la macchinina.” Vuole un motore, vuole diventare un ferroviere… Ci sono questi tipi di giocattoli. Nello stesso modo Krishna fonisce questi corpi giocattolo. Yantra, yantra significa macchina. Questa è una macchina. Tutti capiscono che questo è un veicolo, ma chi lo fornisce? La macchina è fornita dalla natura, gli ingredienti materiali, ma viene preparata per ordine di Krishna; mayādhyakṣeṇa prakṛtiḥ sūyate sa-carācaram (BG 9.10): “La prakṛti, la natura, prepara tutte queste cose sotto la mia direzione.”
Percui dov’è la difficoltà di comprendere la coscienza di Krishna? Nella Bhagavad-gītā c’è tutto. Se studiate diligentemente e cercate di capire rimanete sempre pienamente coscienti di Krishna. Lì c’è tutto: qual è la mia posizione, come sto lavorando, come sto morendo, come ottengo il corpo, come sto vagando; e tutto dettagliatamente. Si deve solo diventare un po intelligenti. Ma noi, mascalzoni, non rimaniamo intelligenti perché frequentiamo mascalzoni; questi mascalzoni di filosofi, religiosi, avatāra, bhagavān, swami, yogi, and karmī, e quindi diventiamo mascalzoni. sat-saṅga chāḍi kainu asate vilāsa, questo è il rammarco di Narottama dāsa Ṭhākura:”Ho tralasciato la compagnia dei devoti semplcemente per unirmi a tutti quei mascalzoni.” asat, asat-saṅga. te kāraṇe lāgile mora karma-bandha-phāṅsa: “E per questo sono rimasto intrappolato in questa ripetizione di nascita e morte. te kāraṇe. Quindi lasciatela; anche Cāṇakya Paṇḍita l’ha detto: tyaja durjana-saṁsargam, “Lasciate la compagnia di quei mascalzoni”, bhaja sādhu-samāgamam, “Frequentate solo i devoti.” Ciò si rivelerà un bene. Noi stiamo stabilendo diversi centri non per il piacere dei sensi, ma per la buona compagnia dei devoti; non dobbiamo mancare a questo Coloro che ci lavorano, coloro che sono responsabili di questa istituzione, devono sempre sapere che non possiamo farne di questa istituzione, o di questi centri, un bordello. Ci deve essere una gestione o un arrangiamento tali da avere sempre una buona associazione per l’avanzamento. Ciò è necessario.
Grazie molte.

This post has already been read 53 times

Sorry, the comment form is closed at this time.