Jun 182016
 

image

Conversazione — Honolulu, 7 maggio 1976

Tamala Krsna: Nel tuo articolo della rivista ritorno a Dio su Marx, lo chiami nonsenso, il marxismo lo chiami sciocchezza.
Prabhupada: Sì, qual è la sua filosofia? Dialetta?
Tamala Krsna: materialismo dialettico.
Prabhupada: cosi, noi abbiamo scritto spiritualismo dialettico.
Hari-Sauri: Harikesa di.
Prabhupada: Harikesa.
Tamala Krsna: Sì, ci è stato detto. Sta predicando, penso che lui vada in Europa orientale alcune volte. Abbiamo avuto notizie in relazione a questo. Ti ha scritto? Prabhupada: Sì. Ho sentito che, ma come sta, bene o no?
Tamala Krsna: Dal rapporto risulta che lui va occasionalmente in alcuni paesi dell’Europa orientale. Per lo più si concentra in Inghilterra, Germania e Scandinavia. Ha un gruppo. Danno discorsi, e distribuiscono libri. E a volte andava in quali paesi?
Devoto: Cecoslovacchia, Ungheria, Budapest.
Tamala Krsna: lui va in alcuni paesi europei comunisti.
Devoto: hanno un furgone a doppio fondo e nascondono i libri sotto per non essere scoperti al confine. Sotto il furgone ci sono tutti i tuoi libri. Quando arrivano nel paese distribuiscono i libri agli studenti.
Tamala Kṛṣṇa: Rivoluzione.
Prabhupada: È molto bello.
DEVOTO: Alcune volte ha detto che quando lui sta parlando, il traduttore non dirà cosa sta dicendo, perché è…
Tamala Krsna: A volte si dimentica – di solito parla con molta attenzione – parole custodite. Ma una volta o due volte dice, inizia a parlare direttatmente della coscienza di Kṛṣṇa e il traduttore lo guarda, ma lui non traduce nella lingua locale. A volte si dimentica di se’ stesso e comincia a parlare di Dio Kṛṣṇa la Persona Suprema e il traduttore improvvisamente lo guarda. E Di solito copre tutto.
Prabhupada: Ha fatto un buon lavoro.
Tamala Krsna: È una persona in forma, molto intelligente.
Prabhupada: Quindi, in questo modo… Siete tutti intelligenti, e potete pianificare. L’obiettivo è come distribuire libri. Che è la prima cosa da considerare. Nel Bhagavata è figuramente descritto che abbiamo questo corpo con le sue diverse parti. Proprio come Arjuna è seduto sul carro. C’è il conducente del carro, ci sono i cavalli, e le redini. C’è il campo, la freccia e l’arco. Sono in senso figurato. Quindi questo può essere usato per uccidere i nemici della coscienza di Kṛṣṇa e poi rinunciate a tutti questi armamenti, il carro, abbiamo… Proprio come dopo aver combattuto, solo la vittoria, poi li uccide. E allo stesso modo questo corpo c’è, la mente è lì, i sensi sono lì. Così utilizzateli per conquistare, superare questa esistenza materiale. E poi lasciate questo corpo per tornare a casa da Dio.
Tamala Krsna: il devoto, voglio dire, proprio come tu ci stai sempre entusiasmando per spingere in avanti…
Prabhupada: stai affilando le armi. Che è anche descritto. Servendo il maestro spirituale, voi tenete l’arma sempre affilata. E poi con l’aiuto di Kṛṣṇa. Con Le parole del maestro spirituale affilate l’arma. E yasya prasādad bhagavata… Se il maestro spirituale è felice, allora Krsna subito vi aiuterà. Lui ti dà la forza. Supponiamo che hai una spada, una spada affilata, ma se non avete la forza, cosa farete con la spada? Kṛṣṇa vi darà la forza, come combattere e uccidere i nemici. Tutto viene descritto. Quindi Mahaprabhu (ha detto) guru e Kṛṣṇa-kṛpāya (CC Madhya 19.151), rendete la vostra arma affilata seguendo le istruzioni del maestro spirituale. Quindi, Kṛṣṇa vi darà la forza, sarete in grado di conquistare. Penso di avere già spiegato questo in modo figurativo la scorsa notte. Ecco un versetto, acyuta bala, acyuta bala. È pusta Krsna qui?
Hari-Sauri: pusta Krsna?
Prabhupada: Noi siamo soldati di Kṛṣṇa, servi di Arjuna. Semplicemente dobbiamo agire in accordo, e sconfiggeremo i nostri nemici. Non hanno il potere, benchè loro sono piu di cento in numero. Proprio come Kuru e Pandava. Non hanno il potere, Yatra yogeśvaraḥ kṛṣṇaḥ (BG 18.78). Tenere Kṛṣṇa dalla nostra parte, poi tutti noi avremo successo. Tatra śrīr vijayo.

This post has already been read 135 times

Sorry, the comment form is closed at this time.