Sync.com - private cloud
We recommend Sync.com for the security of your data

Sep 182016
 

image

Srimad Bhagavatan 7.9.6 — Mayapur, 26 febbraio 1977

Nella Bhagavad-gītā è detto:
bhūmir āpo ‘nalo vāyuḥ
khaṁ mano buddhir eva ca
bhinnā me prakṛtir aṣṭadhā
(BG 7.4)
Questi materialisti – scienziati, fisici e altri speculatori- hanno a che fare con questi elementi materiali -terra, acqua, fuoco, aria, etere, fino alla mente, la psicologia, o, un poco più progrediti, all’intelligenza, ma non di più. Ne trattano nelle loro università, nei college, nelle istituzioni educative. Si occupano di questi elementi materiali. Non hanno conoscenza spirituale. Krishna ha detto, lo sappiamo dalla Bhagavad-gītā, apareyam: “Questi otto elementi sono inferiori”. Pertanto, poiché hanno a che fare solo con questa natura inferiore, la loro conoscenza è inferiore. Il fatto è questo. Non è che io sto accusando. No. Essi non hanno informazioni. Importanti professori dicono che questo corpo perituro… ‘corpo perituro’ significa pañcatva-prāpta. Non sanno che c’è un altro corpo, il corpo sottile -mente, intelligenza, ego. Loro non lo sanno. Loro pensano questa terra, acqua, aria, fuoco, etere… “Quello è perituro. Lo vedo, sia che si bruci il corpo o lo si seppellisca; perituro, finisce ogni cosa. E dove è altra cosa?” Non ne hanno conoscenza. Non hanno alcuna conoscenza nemmeno del corpo sottile; che la terra, l’acqua, trasportano l’anima. Cosa conoscono dell’anima?
Quindi Krishna fornisce informazioni nella Bhagavad-gītā: apareyam, “Questi elementi, fino alla mente, l’intelligenza e l’ego”, bhinnā, “sono Mie energie separate”. Energia separata. E ‘apareyam, “Ciò è inferiore. E c’è un altra natura, superiore”. apareyam itas tv viddhi me prakṛtiṁ parā. parā significa ‘superiore’. Ora, essi possono chiedere: “Di che si tratta? Noi conosciamo solo questi elementi. Che cosa è questa altra energia superiore?” jīva bhūtaḥ mahā-bāho, è detto chiaramente: “Quella è vivente” E loro pensano che non c’è un’altra energia superiore oltre questi otto elementi materiali o cinque elementi. Perciò sono nell’ignoranza. E’ per la prima volta che stanno avendo un po’ di conoscenza; ‘La Bhagavad-gītā così com’è’, e da lì che si può sapere che c’è altro, un energia superiore, jīva-bhūtaḥ. L’essere vivente che muove il corpo; quella è l’energia superiore. Percui non hanno alcuna informazione; né vi è un tentativo di capire questa energia superiore nelle loro università o istituti. Sono quindi mūḍha. Possono essere molto pieni di sé della loro cosiddetta conoscenza, ma secondo la conoscenza Vedica sono dei mūḍha. E se uno non può comprendere l’energia superiore, la prakṛti, la natura, come può allora capire Dio? Non è possibile. Quindi di nuovo: i rapporti tra Dio e l’energia superiore sono bhakti. È molto difficile. manuṣyāṇāṁ sahasreṣu kaścid yatati siddhaye (BG 7.3). Quel siddhaye significa comprendere quell’energia superiore. Questa è siddhi. E dopo di che, si può comprendere Krishna.
Quindi è molto difficile, soprattutto in questa Era. mandāḥ sumanda-matayo (SB 1.1.10). mandāḥ significa che non sono interessati; e se anche avessero un poco di interesse, loro sono molto lenti. Non capiscono che questa è la conoscenza primaria. E prima di tutto dovete conoscere, athāto brahma jijñāsā, quel sapere superiore. Questo è ciò che è richiesto. Ma tutti lo stanno trascurando. Non c’è curiosità neanche er quella cosa che muove questo corpo. Non vi è alcuna indagine. Pensano avvenga automaticamente, per la combinazione di questa materia… Persistono ancora su questo punto; e quando li si sfida, “Prendi questa sostanza chimica e prepara la forza vivente”, loro diranno: “Questo non posso farlo”. E che cosa è questo? Se non lo puoi fare, allora perché parli vaneggiando? La combinazione di materia o sostanze chimiche dà la vita? Prendi le sostanze chimiche! Il nostro Dr. Svarūpa Dāmodara dell’Università della California, a un grande professore venuto a tenere una conferenza sull’evoluzione chimica, ha immediatamente contestato: “Se ti do le sostanze chimiche, puoi produrre la vita?” Egli ha detto: “Non posso”. Pertanto la loro posizione è questa. Non possono provarlo. Non possono farlo.

This post has already been read 144 times

Sorry, the comment form is closed at this time.