Nov 062016
 

La verita’ e’ sempre la stessa

La conversazione che segue tra Sua Divina Grazia A. C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada ed alcuni suoi discepoli si Ë svolta una mattina di marzo del 1974 durante una passeggiata a Perth in Australia

I DIALOGHI DI SRILA PRABHUPADA

Discepolo: [Prendendo le parti di uno scienziato] PerchÈ chiami scienza la coscienza di Krishna? Mi sembra che sia solo uníopinione.

Srila Prabhupada: Anche la vostra cosiddetta scienza Ë uníopinione. Se chiamate scientifico il vostro percorso, anche il nostro Ë scienza.

Discepolo: Ma con la nostra scienza possiamo provare le nostre convinzioni.

Srila Prabhupada: Allora dimostrate che gli elementi chimici producono la vita. Voi credete che la vita provenga dagli elementi chimici. Dunque provatelo; allora sar‡ scienza. Voi perÚ non siete in grado di provarlo; perciÚ rimane uníopinione.

Discepolo: Bene, voi credete nellíanima, ma non potete provare che esiste. PoichÈ non possiamo vedere líanima, dobbiamo concludere che la vita proviene dalla materia.

Srila Prabhupada: Non potete vedere líanima con i vostri sensi grossolani, ma potete percepirla. Si puÚ percepire la coscienza e la coscienza Ë il sintomo dellíanima. Se perÚ, come dite, líanima proviene dalla materia, allora dovete dimostrarlo fornendo gli elementi chimici che mancano per dare di nuovo la vita a un corpo morto. Questa Ë la mia sfida.

Discepolo: Avremo bisogno di un poí di tempo per trovare gli elementi chimici adatti.

Srila Prabhupada: Queste sono sciocchezze. La vostra opinione Ë che la vita proviene da elementi chimici, ma non potete provarlo. PerciÚ dimostrate di essere dei mascalzoni.

Discepolo: Voi perÚ accettate la Bhagavad-gita per fede. Questo Ë scientifico? » solo la vostra opinione, non Ë vero?

Srila Prabhupada: PerchË la Bhagavad-gita non sarebbe scientifica? La Bhagavad-gita dice, annad bhavanti bhutani parjanyad anna-sambhavah: ìI corpi di tutti gli esseri viventi trovano il loro sostentamento nei cereali che sono prodotti dalle piogge.î Questa Ë uníopinione?

Discepolo: Questo potrebbe essere vero.

Srila Prabhupada: Nello stesso modo, tutto quello che Ë nella Bhagavad-gita Ë vero. Se rifletti su ciÚ che Krishna dice nella Bhagavad-gita, scoprirai che Ë tutto vero. Per esempio, Krishna dice che nella societ‡ ci deve essere una classe di uomini intelligenti, i brahmana, che conoscono líanima e Dio. Essi sono uomini veramente civili, ma dove Ë una classe di uomini simili nella societ‡ odierna?

Discepolo: In tutto il mondo ci sono molti sacerdoti, ministri e rabbini.

Srila Prabhupada: Ma che cosa sanno realmente di Dio? Fanno speculazioni su Dio come gli scienziati fanno sulla natura materiale. Provate a vedere chiaramente anche questo solo punto: voi non siete indipendenti, perciÚ ci deve essere uníautorit‡ sopra di voi. Ed infine dovete accettare che esiste uníautorit‡ suprema. Quindi se affermate di conoscere la verit‡ suprema ma non conoscete líautorit‡ suprema, che valore ha la vostra conoscenza? Supponi che una persona non conosca il governo del suo Paese. Che uomo Ë? » semplicemente un uomo di terza classe, un mascalzone. Un uomo civile conosce il governo del suo Paese. Nello stesso modo cíË un governo di tutto líuniverso, ma se non lo conosci sei un uomo di terza classe, un uomo incivile. Questa Ë la ragione per cui nella Bhagavad-gita Krishna insegna che ci deve essere una classe di uomini intelligenti che conoscono Dio e capiscono come funziona tutta la gestione dellíuniverso ñ come tutto procede sotto la direzione di Dio. I devoti di Krishna sanno queste cose. PerciÚ, sono i veri brahmana e i veri scienziati.

Discepolo: La Bhagavad-gita perÚ ha cinquemila anni, pertanto non riguarda il nostro mondo moderno.

Srila Prabhupada: La Bhagavad-gita non Ë di cinquemila anni fa; Ë sempre esistita. Líhai letta?

Discepolo: SÏ, diverse volte.

Srila Prabhupada: Allora nella Bhagavad-gita dove trovi che Ë di cinquemila anni fa? Krishna dice, imam vivasvate yogam proktavan aham avyayam: ìHo insegnato questa scienza immortale dello yoga a Vivasvan, il dio del sole pi˘ di 120 milioni di anni fa.î Non lo sai questo? Che tipo di lettore della Bhagavad-gita sei? La Bhagavad-gita Ë avyayam, eterna. Allora come fai a dire che ha cinquemila anni? [Indicando il sole che tramonta con il suo bastone] Ecco, vediamo il sole che tramonta, ma Ë ancora lÏ, nello spazio. Anche la Bhagavad-gita Ë cosÏ: Ë verit‡ eterna. Quando il sole sorge, non diciamo: ìOh, il sole sta nascendo ora.î » sempre lÏ, ma non lo possiamo vedere fino a che non sorge. Gli uomini erano soliti pensare che di notte il sole morisse e la mattina venisse creato un altro sole. Pensavano anche che la Terra fosse piatta. Questa Ë la vostra conoscenza scientifica: ogni giorno uníopinione nuova.

Discepolo: Questo significa che stiamo scoprendo la verit‡.

Srila Prabhupada: No. Significa che non sapete qual Ë la verit‡. State solo speculando. Ora accettate qualcosa come vero, ma dopo alcuni giorni dite che non Ë vero. E questa la chiamate scienza!

Discepolo: SÏ, hai ragione. Molti testi scientifici scritti appena alcuni anni fa ora sono superati.

Srila Prabhupada: E i testi scientifici che usate ora fra pochi anni saranno inutili. Questa Ë la vostra scienza.

Discepolo: Ma almeno quello che conosciamo ora Ë pi˘ vero di quello che sapevamo prima e se continuiamo a provare ne sapremo di pi˘.

Srila Prabhupada: Questo significa che siete sempre nellíignoranza, ma la Bhagavad-gita non Ë cosÏ. Krishna dice ad Arjuna: ìCentoventi milioni di anni fa insegnai per la prima volta questa scienza e oggi tíinsegno le stesse cose.î Questa Ë conoscenza scientifica: la verit‡ Ë sempre la stessa, ma voi scienziati cambiate continuamente ñ questo lo chiamate ìscoprire la verit‡î. CiÚ significa che non sapete qual Ë la verit‡.

Discepolo: [Come a se stesso] Il problema Ë che tutti sono imbroglioni. Tutti fanno speculazioni e ognuno presenta la propria conoscenza come verit‡.

Srila Prabhupada: SÏ. PerciÚ noi accettiamo Krishna, che non inganna, e poichÈ io presento solo quello che ha detto Krishna, anchíio non sono un imbroglione. Questa Ë la differenza tra gli scienziati e noi.

© The Bhaktivedanta Book Trust International. All rights reserved.

This post has already been read 95 times

 Posted by on 6 November 2016 at 00:34:53 AST

Sorry, the comment form is closed at this time.