Jul 172017
 

Srimad Bhagavatam 01.08.33 – Los Angeles

Così si dice che … Ora sto spiegando questo verso. Dharmasya glānir bhavati. Questo è dharmasya glāniḥ, inquinamento del dovere. Dharma significa dovere. Dharma non è un tipo di fede. Nel dizionario inglese si dice: “la religione significa una fede.” No no. Non è. Dharma significa il dovere costituzionale reale. Questo è il dharma. Quindi, se non si hai informazioni dell’anima, se non sai che cosa è il bisogno dell’anima, semplicemente sei occupao sulle necessità corporali della vita, il comfort del corpo … Così il comfort fisico non ti salverà.

Supponiamo che un uomo si trova molto comodamente. Vuol dire che non morirà? Morirà. Semplicemente essere fisicamente confortevoli, non puoi esistere. Sopravvivenza del più forte. Lotta per l’esistenza. Così, quando semplicemente ci prendiamo cura del corpo, questo è detto dharmasya glāniḥ, inquinato. Uno deve sapere cos’è la necessità del corpo e cos’è la necessità dell’anima. La vera necessità della vita è quello di fornire comfort all’anima. E l’anima può essere confortata non da un adattamento materiale. Perché l’anima è una diversa identità, all’anima deve essere dato cibo spirituale. Il cibo spirituale è questa coscienza di Kṛṣṇa. Se si da all’anima del cibo spirituale …

Cibo, ci sono, quando uno è malato, devi dargli dieta e medicine. Due cose sono richieste. Se semplicemente dai delle medicine, ma no la dieta, questo non avrà molto successo. Entrambe le cose. Quindi questo movimento per la coscienza di Kṛṣṇa è fatto per dare cibo, significa dieta e medicina, per l’anima. La medicina è l’Hare Kṛṣṇa mahā-mantra. Bhavauṣadhāc chrotra-mano-‘bhirāmāt ka uttamaśloka-guṇānuvādāt pumān virajyeta vinā paśughnāt (SB 10.1.4). Parīkṣit Mahārāja disse a Śukadeva Gosvāmī, che “Questa discussione Bhāgavata che ti sei preparato per darmi, non è una cosa comune.” Nivṛtta-tarṣair upagīyamānāt. Questa discussione sul bhāgavata è gustata da persone che sono nivṛtta-tṛṣṇā. Tṛṣṇā, tṛṣṇā significa brama. Tutti in questo mondo materiale sono bramosi, bramosi. Nessuno che è liberato da questa brama, può gustare il Bhāgavata, come appetibile sia. Si tratta di una cosa del genere. Nivṛtta-tarṣaiḥ … Allo stesso modo Bhāgavata significa anche, il mantra Hare Kṛṣṇa è anche bhāgavata. Bhāgavata significa qualsiasi cosa in relazione con il Signore Supremo. Questo si chiama bhāgavata. Il Signore Supremo è chiamato Bhagavān. Bhāgavata-śabda, e in rapporto con Lui, qualsiasi cosa, che bhāgavata-śabda si trasforma in bhāgavata-śabda.

Così Parīkṣit Mahārāja ha detto che il gusto del bhāgavata può essere gustato da una persona che ha finito la sua brama di desideri materiali. Nivṛtta-tarṣair upagīyamānāt. E cos’è, perché questa cosa dovrebbe essere degustata? Bhavauṣadhi. Bhavauṣadhi, la medicina per la nostra malattia di nascita e morte. Bhavau significa “diventare”.

This post has already been read 15 times

Sorry, the comment form is closed at this time.