Jul 162016
 

image

Lettura della CC Adi-lila 1.4 — Mayapur, 28 marzo 1975

Non si può saltare la coscienza di Krishna, senza passare attraverso la misericordia di Śrī Caitanya Mahāprabhu. E passare attraverso Śrī Caitanya Mahāprabhu. significa passare attraverso i sei Gosvāmī. Questo è il sistema paramparā -catena disciplica-. Perciò Narottama dāsa Ṭhākura dice:
ei chay gosāi jār-tār mui dās
tā-sabāra pada-reṇu mora pañca-grās
Questo è il sistema paramparā . Non si può saltare. È necessario passare attraverso il sistema paramparā. Dovete avvicinarvi attraverso il vostro maestro spirituale ai Gosvāmī, e attraverso i Gosvāmī si dovrà avvicinare Śrī Caitanya Mahāprabhu, e attraverso Śrī Caitanya Mahāprabhu si deve avvicinare Krishna. Questo è il modo. Perciò Narottama Dasa Thakura ha detto, ei chay gosāi jār-tār mui dās. Siamo servitori dei servitori. E’ una istruzione di Caitanya Mahāprabhu: gopī-bhartuḥ pada-kamalayor dāsa-dāsānudāsaḥ (CC Madhya 13.80) Quanto più si diventa servitore del servitore, più si è perfetti. E se tutto ad un tratto vogliamo diventare maestri, allora si andrà all’inferno. Questo è tutto. Non fatelo. Questo è l’insegnamento di Śrī Caitanya Mahāprabhu. Se si passa attraverso il servitore, il servitore, il servitore, allora si progredisce. E se si pensa di essere diventati maestri, allora si sta andando all’inferno. Questo è il procedimento. dāsa-dāsānudāsaḥ, dice Caitanya Mahāprabhu. E così servitore, servitore, servitore, cento volte servitore, allora significa che c’è avanzamento. Egli è avanzato. E uno che diventa direttamente maestro, allora è nell’inferno.
Perciò anarpita-carīṁ cirāt. Dovremmo sempre ricordare l’insegnamento di Śrīla Rūpa Gosvāmī. Perciò noi preghiamo, ṣrī-caitanya-mano-‘bhīṣṭaṁ sthāpitaṁ yena bhū-tale. La nostra missione è di stabilire il desiderio di Śrī Caitanya Mahāprabhu. Questo è il nostro impegno. Śrī-caitanya-mano-‘bhīṣṭaṁ sthāpitaṁ yena bhū-tale. Śrīla Rūpa Gosvāmī l’ha fatto. Egli ci ha dato così tanti libri, soprattutto il Bhakti-rasāmṛta-sindhu, che abbiamo tradotto in inglese -e italiano- col titolo ‘Il Nettare della Devozione’, per capire la scienza del servizio devozionale. Questo è il più grande contributo di Śrīla Rūpa Gosvāmī, per come diventare un devoto. Come diventare un devoto non è sentimentalismo, è scienza. Questo Movimento per la Coscienza di Krishna è una grande scienza. yad vijnana-samanvitam jnanam me paramam guhyam. yad vijnana-samanvitam. Non è sentimentalismo. Se si prende come sentimentalismo, allora si creerà disturbo. Questa è l’istruzione di Rūpa Gosvāmī. Ha detto,
śruti-smṛti-purāṇādi-
pañcarātriki-vidhiṁ vinā
aikāntikī harer bhaktir
utpātāyaiva kalpate
[Brs. 1.2.101]

This post has already been read 82 times

Sorry, the comment form is closed at this time.