Jun 232016
 

 

(dal Saranagati)

(Preghiere di Bhaktivinoda Thakura)

 

(1)

kabe ha’be bolo se-dina amar

(amar) aparadha ghuci’, suddha name ruci,

kripa-bale ha’be hridoye sancar

 

Per favore, dimmi, quando quel giorno sarà mio? Quando cesserò di commettere offese, e quando il gusto per il santo nome puro sarà infuso nel mio cuore per il potere della grazia divina?

 

 

 

(2)

trinadhika hina, kabe nije mani’,

sahisnuta-guna hridoyete ani’

sakale manada, apani amani

ho’ye aswadibo nama-rasa-sar

 

Considerandomi più basso di un filo d’erba, conservando nel cuore la qualità della pazienza, mostrando rispetto verso tutti e libero da ogni senso di falso orgoglio -quando gusterò l’essenza del “nettare liquido” del santo nome?

 

(3)

dhana jana ara, kobita-sundari,

bolibo na cahi deho-sukha-kari

janme-janme dao, ohe gaurahari!

ahaituki bhakti carane tomar

 

Ricchezza, seguaci, belle donne: ciò è suggerito dalla poesia di tutto il mondo – ma io non voglio nessuno tra questi piaceri del corpo. Sri Gaurahari, per favore, dammi la devozione pura ai Tuoi piedi di loto, nascita dopo nascita.

 

(4)

(kabe) korite sri-krishna-nama uccarana,

pulakita deho gadgada bacana

baibanya-bepathu ha’be sanghatana,

nirantara netre be’be asru-dhar

 

Quando, nel pronunciare il nome divino di Sri Krishna, il mio corpo fremerà nel rapimento estatico, e quando le mie parole si fermeranno nella gola per l’emozione? Quando il pallore e il tremore dell’estasi si manifesteranno, e quando rivoli di lacrime fluiranno costantemente dai miei occhi?

 

(5)

kabe navadwipe, suradhuni-tate,

gaura-nityananda boli’ niskapate

naciya gaiya, beraibo chute,

batulera praya chadiya bicar

 

Quando correrò per la terra di Navadvipa, sulle rive del Gange con animo innocente gridando: “O Gaura! O Nityananda!” e danzerò e canterò come un pazzo, abbandonando ogni considerazione?

 

(6)

kabe nityananda, more kori’ doya,

chadaibe mora visayera maya

diya more nija- caranera chaya,

namera hatete dibhe adhikar

 

Quando Sri Nityananda mi mostrerà la Sua misericordia e mi libererà dall’illusione di questo mondo? Quando concedendomi l’ombra dei Suoi piedi di loto mi permetterà di entrare nel mercato del santo nome?

 

(7)

kinibo, lutibo, hari-nama-rasa,

nama-rase mati’ hoibo bibasa

rasera rasika- carana parasa,

koriya mojibo rase anibar

 

Io comprerò e saccheggerò i dolci sentimenti del nome di Hari, e diventerò completamente stordito per l’intossicazione al liquefarsi in me delle emozioni del santo nome. Toccando i piedi delle grandi anime capaci di gustare quei sapori, sarò costantemente immerso nel dolce nettare del santo nome.

 

(8)

kabe jibe doya, hoibe udoya,

nija-sukha bhuli’ sudina-hridoya

bhakativinoda, koriya binoya,

sri-ajna-tahala koribe pracar

 

Quando avverrà il risveglio della compassione per tutte le anime cadute, e quando questo Bhaktivinoda, dimenticando la sua stessa felicità, partirà col cuore mite per propagare con umile supplica il sacro ordine di Sri Caitanya Mahaprabhu?(*)

 

 

 

(*) Il Signore Caitanya Mahaprabhu dette questa istruzione a tutti, bolo krishna, bhajo krishna, koro krishna sikha:”Canta il santo nome di Krishna, adora e servi Krishna, e impara la filosofia che riguarda Krishna dalle Scritture vediche.”

(Caitanya-bhagavata, Madhya 13.9)

 

 

This post has already been read 142 times

Sorry, the comment form is closed at this time.