May 182017
 

Bhagavad Gita 2.17 — Londra, 23 agosto 1973

Questo Kali-yuga è così forte che attacca anche i cosiddetti devoti. Kali-yuga è molto forte. Per questo Caitanya Mahāprabhu ha raccomandato che se volete liberarvi, se infine desiderate di prendere la posizione di amṛta, se ne siete interessati… Nessuno è interessato. Krishna dice: sa amṛtatvāya kalpate (BG 2.15). Questo è lo scopo della vita: come diventare immortale. Come non essere sottoposti ai quattro principi di condizioni di sofferenza, la nascita, la morte, la malattia e la vecchiaia. Nessuno è serio, sono così ottusi; perciò sono stati definiti manda. Manda significa così cattivi, così mascalzoni da non avere ambizione nella vita, non sanno qual è lo scopo della vita. Manda. Manda significa “cattivo”. E sumanda-matayaḥ; alcuni di loro, solo per essere riconosciuti come molto religiosi, accetteranno qualche mascalzone come guru, come mago, mangiando di tutto, facendo di tutto, pur diventando spiritualisti. E il loro guru mascalzone dirà: “Sì, puoi mangiare qualsiasi cosa. Puoi fare qualsiasi cosa. La religione non ha nulla a che fare con il mangiare.” Sta succedendo. Al popolo cristiano, esplicitamente, chiaramente, si dice: “Non uccidere”. Ma stanno uccidendo. Eppure, sono molto orgogliosi: “Io sono cristiano”. E che tipo di cristiano sei? Stai regolarmente disubbidendo all’ordine di Cristo, e tuttavia sei cristiano?
Tutte cose che stanno aadendo. Che sia cosiddetto cristiano, musulmano o hindu. Tutti loro sono diventati mascalzoni. E’ tutto. Questo è Kali-yuga, mandāḥ sumanda-matayaḥ. Hanno creato le proprie linee di principio religioso immaginarie, e quindi sono condannati. Loro non lo sanno. Lo scopo della vita è quello di realizzare Dio. Questa è la vita umana. Ma sono così tanto confusi da questi sensi incontrollabili che stanno andando verso la regione più oscura dell’esistenza materiale. Adānta-gobhiḥ. Adānta significa incontrollato. Essi non possono controllare i sensi. Sono diventati così sfortunati che, con poca cosa, poco sforzo, poca austerità, vogliono controllare i sensi. Il metodo yoga serve per controllare i sensi; yoga non significa mostrare un po’ di magia. Anche il mago è in grado di mostrare la magia. Abbiamo visto un mago; creava velocemente così tante monete. Un attimo dopo era tutto finito. Loro si perdono lo scopo della vita. Mandāḥ sumanda-matayaḥ. Perché? Manda-bhāgyāḥ. Sono sfortunati. Prendetelo per scontato. Stiamo cercando di risvegliarli anche con la nostra missione cosciente di Krishna Eppure sono così sfortunati che non possono rinunciare alla gratificazione dei sensi. Così sfortunati, condannati. Stiamo spendendo continuamente galloni del nostro sangue: “Non fate così”; eppure lo stanno facendo. Non possono rinunciare neanche a dormire tanto sono condannati. Kali-yuga. Mandāḥ sumanda-matayaḥ.

This post has already been read 35 times

Sorry, the comment form is closed at this time.