Nov 122016
 

img_0839

Bhagavad-Gita 2.62-72 — Los Angeles, 19 dicembre 1968

Prabhupāda: Per l’attrazione di māyā si dovrà scendere. C’è un verso:
ye ‘nye ‘ravindākṣa vimukta-māninas
tvayy asta-bhāvād aviśuddha-buddhayaḥ
āruhya kṛcchreṇa paraṁ padaṁ tataḥ
patanty adho ‘nādṛta-yuṣmad-aṅghrayaḥ
(SB 10.2.32)
Questa è la preghiera di Prahlāda Mahārāja. Egli dice: “Mio caro Signore dagli occhi di loto, Aravindākṣa”, ye anye. “Alcuni uomini di terza classe sono molto orgoglioso di porre fine a questa vita materiale”, gli impersonalisti e il nirvāṇa, vimukta-māninaḥ. vimukta-māninaḥ: stanno semplicemente pensando erroneamente di aver superato le grinfie di māyā. Erroneamente, vimukta-māninaḥ. Proprio come se si pensa illusoriamente: “Io sono il proprietario di Los Angeles”; non è un tuo pensiero errato? Allo stesso modo, se qualcuno pensa: “Ora ho raggiunto il nirvāṇa, mi sono fuso nel Supremo.” Si può pensare in questo modo, māyā è molto forte. Si può essere gonfi di tale falso orgoglio. vimukta-māninaḥ. Il Bhāgavatam dice: tvayy asta-bhāvād aviśuddha-buddhayaḥ (SB 10.2.32), “Ma poiché non hanno cercato i Tuoi piedi di loto, siccome la loro coscienza è impura, pensano: ‘Io sono qualcosa.” Aviśuddha-buddhayaḥ: “La loro intelligenza, la coscienza non è purificata.” Pertanto: āruhya kṛcchreṇa, “Svolgono pratiche molto rigorose.” Proprio come i buddisti, ne hanno molte. Coloro che non stanno praticando sono una cosa diversa, ma il Buddha stesso ha mostrato molte regole. Lasciò ogni suo bene e si impegnò solamente nella meditazione. Chi sta facendo questo? Nessuno lo sta facendo. La prima condizione di Śaṅkarācārya è: “Prima di tutto prendi sannyāsa, poi si parla di diventare Nārāyaṇa.” Chi sta prendendo sannyāsa? Percui sono semplicemente pensieri fasulli. In realtà la loro intelligenza è impura, la coscienza è impura. Pertanto, nonostante tali sforzi, il risultato è: āruhya kṛcchreṇa param, anche se vanno molto in alto, diciamo 25 mila miglia o milioni di miglia, non trovano alcun riparo, dov’è la luna o dov’è (Indistinto). Loro tornano di nuovo a Mosca, questo è tutto. O a New York City, tutto qua. Questi sono gli esempi. Quando sono lassù faranno fotografie: “Oh, questo pianeta è così, questo pianeta Terra è così verde o così piccolo… Giro intorno giorno e notte vedendo in un’ora tre volte il giorno e la notte”. Bene, molto bene. Scendere di nuovo, prego. Tutto qui. Māyā è così forte che dirà: “Sì, molto bene. Sei molto progredito nella tua conoscenza scientifica; ma si prega di scendere. Vieni qui. O altrimenti verrai messo nell’Oceano Atlantico, niente di più. E tuttavia si gonfieranno d’orgoglio: “Oh, stiamo facendo progressi. Entro dieci anni potrete acquistare biglietti per la Luna, o del terreno. Sapete? In Russia hanno venduto terreni annunciando che c’è ‘il mare di Mosca’ con piantata la loro bandiera. Questa è propaganda. Non possono andare neanche nel pianeta più vicino, che dire del cielo spirituale. Se seriamente volete andare per davvero nel cielo spirituale e a Vaikuṇṭhaloka allora prendete questo semplice metodo: Hare Krishna. È tutto.
Ospite: Io sono interessato all’ateismo.
Prabhupāda: (senza sentire o notare l’ospite) Questo è il dono del Signore Caitanya. Namo mahā-vadānyāya. Pertanto Rūpa Gosvāmī dice: “Tu sei il più grande di tutte le persone caritatevoli perché stai offrendo il più grande dono.” kṛṣṇa-prema-pradāya te (CC Madhya 19.53): “Tu stai offrendo l’amore per Krishna che mi porterà al regno di Krishna.” Questo è il dono più grande per la società umana. Ma le persone sciocche non lo capiscono. Cosa posso fare? daivī hy eṣā guṇamayī (BG 7.14): māyā è molto forte. Se diciamo: “Ecco questo libro ‘Viaggio facile verso altri pianeti’, loro non lo prenderanno. Faranno piani per come andare in un altro pianeta con lo Sputnik, il che è impossibile. Non si può andare da nessuna parte. Questa è la nostra vita condizionata. Condizionata significa che si deve stare qui. Dovete stare qui. Chi è che permette di andare su un altro pianeta? Per venire e prendere il Visto permanente per il vostro Paese ho dovuto lottare così tanto, e voi andate sulla Luna? Non c’è alcun Visto? Vi permetteranno di entrare? E’ una cosa così facile? Ma loro, stupidamente, credono semplicemente: “Sono il monarca di tutto ciò che vedo”. Tutto qua. Questo è il pianeta monarca e tutti gli atri pianeti sono i sottomessi che soddisferanno i nostri sensi. Queste sono idiozie. Bene, cantate Hare Krishna.

This post has already been read 94 times

Sorry, the comment form is closed at this time.