Jan 222017
 

Bhagavad Gita 6.16-24 — Los Angeles, 17 febbraio 1969

Devoto: Verso 17, “Chi è moderato nel mangiare e nel dormire, nel lavoro e nel riposo, può, con la pratica dello yoga, alleviare le sofferenze dell’esistenza materiale (BG 6.17).”
Prabhupāda: Sì, è semplicemente … Non è questione di assistere ad una cosiddetta lezione di yoga e pagare cinque rupie o cinque dollari per mantenersi senza grasso o in salute con la semplice pratica. Pratica il mangiare quello che ti serve e dormire quello che ti serve e la tua salute sarà eccellente. Non c’è bisogno di alcun aiuto esterno. Semplicemente praticando questo tutto sarà in ordine. Continua.
Devoto: Verso 18 “Quando lo yogī giunge, con la pratica dello yoga, a disciplinare le attività della mente e situarsi nella Trascendenza libero da ogni desiderio materiale, si dice che ha raggiunto la perfezione dello yoga (BG 6.18).”
Prabhupāda: Sì. Mantenere la mente in equilibrio, questa è la perfezione dello yoga. E come si può fare per mantenere la mente così? In ambito materiale non è possibile mantenere la mente in equilibrio. Questo non è possibile. Prendiamo ad esempio questa Bhagavad-gītā. Se la leggete quattro volte al giorno non sarete stanchi, ma prendete un qualsiasi altro libro, dopo un’ora di lettura sarete stanchi. E cantando e danzando tutto il giorno con questo canto Hare Krishna non vi sentirete mai stanchi, ma con un altro nome, solo dopo mezz’ora, basta, è una scocciatura. Vedete? Quindi, stabilizzare la propria mente significa mantenere la mente in Krishna e basta con tutto lo yoga. Siete lo yogī perfetto. Non dovete fare nient’altro. Basta fissare la vostra mente, sa vai manaḥ kṛṣṇa-padāravindayor vacāṁsi vaikuṇṭha (SB 9.4.18), se parli, parla di Krishna; se mangi, mangia di Krishna. Se pensi, pensa a Krishna; se lavori, lavora per Krishna. Praticare lo yoga in questo modo sarà perfetto, e non altrimenti. E questa è la perfezione dello yoga: privo di tutti i desideri materiali. Se siete semplicemente desiderosi di Krishna che scopo c’è nel desiderio materiale? Finito, ogni desiderio materiale è finito. Non dovete provare in modo artificioso: “Oh, non guarderò nessuna bella ragazza. Chiuderò gli occhi.” Non si può fare. Ma se stabilite la vostra mente nella coscienza di Krishna ballate con tante belle ragazze. Così va bene, come fratello e sorella non c’è problema. Questo è perfezione dello yoga pratica. Artificialmente non si può fare.
Nella coscienza di Krishna c’è semplicemente ogni perfezione. Cercate di capirlo, ogni perfezione. Perché è la piattaforma spirituale. La piattaforma spirituale è eterna, beata e piena di conoscenza. Pertanto non ci sono dubbi.

This post has already been read 51 times

Sorry, the comment form is closed at this time.