Sync.com - private cloud
We recommend Sync.com for the security of your data

Jul 302016
 

image

Bhagavad-Gita — Londra, 4 agosto 1973

Prabhupāda: Proprio ieri stavamo leggendo quando Manu, Vaivasvatu Manu, andò da Kardama Muni, che lo riceve “Signore, so che il vostro viaggio significa che state solo…”, come si dice? Esaminando? Ispezione, sì. Ispezione. “Il vostro viaggio intende ispezionare il varṇāśrama… se il brāhmaṇa sta agendo in realtà come brāhmaṇa, lo kṣatriya sta facendo in realtà lo kṣatriya”, Questo è il viaggio del re. Il viaggio del re non è un tour di piacere a spese dello Stato, andare da qualche parte e tornare. No. A volte, in incognito, il re usava andare a vedere se questo varṇāśrama-dharma fosse mantenuto, veniva osservato correttamente se qualcuno stava semplicemente perdendo tempo come hippy. No, non poteva essere fatto. Ora nel vostro governo c’è qualche ispezione che nessuno sia impiegato, ma disoccupato. Ma tante cose non sono praticamente ispezionate. Ma è dovere del governo di vedere tutto. varnāśramācaravatā, tutto viene praticato come il brāhmaṇa. Semplicemente diventare falsamente brāhmaṇa, diventare falsamente kṣatriya, no. Tu devi. Quindi questo era il dovere del re, il dovere del governo. Ora tutto è sottosopra. Tutto non ha più alcun valore pratico. Per questo Caitanya Mahāprabhu dice, kalau…
harer nāma harer nāma
harer nāmaiva kevalam
kalau nāsty eva nāsty eva
nāsty eva gatir anyathā
(CC Adi 17.21)
E’ molto difficile tornare al processo originale di civilizzazione. Quindi per un vaiṣṇava, come ho spiegato, tri-daśa-pūr ākāśa-puṣpāyate durdāntendriya-kāla-sarpa-paṭalī. Quindi controllare i sensi, cioè durdānta. durdānta significa formidabile. È molto, molto difficile controllare i sensi. Pertanto, il procedimento yoga, il metodo dello yoga mistico, è solo per fare pratica di come controllare i sensi. Ma per i devoti, per loro è proprio come per la lingua, se è impegnata solo nel canto del mantra Hare Krishna e mangia solo Krishna prasādam il tutto è fatto, yogi perfetto. yogi perfetto. Così per un bhakta -devoto-, non c’è nessun problema con i sensi perché un bhakta sa come coinvolgere ogni senso nel servizio al Signore. hṛṣīkeṇa hṛṣīkeśa-sevanam (CC Madhya 19.170) Questa è bhakti. hṛṣīka significa i sensi. Quando i sensi sono impegnati solo nel servizio a Krishna, Hṛṣīkeśa, allora non c’è bisogno di praticare lo yoga. Automaticamente vengono rinchiusi nel servizio a Krishna. Non hanno nessun altro impegno. Questa è il massimo. Perciò Krishna dice,
yoginām api sarveṣāṁ
mad-gatenāntarātmanā
śraddhāvān bhajate yo māṁ
sa me yuktatamo mataḥ
(BG 6.47)
“Uno yogi di prima classe è colui che pensa sempre a Me” Per questo cantare il mantra Hare Krishna, se semplicemente cantiamo e ascoltiamo, è da yogi di prima classe. Quindi questi sono i metodi. Così Krishna vuole da Arjuna: “Perché stai indulgendo in questa debolezza di mente? Tu sei sotto la Mia protezione. Ti ordino di combattere. Perché ti rifiuti?” Questo è il significato.
Grazie mille.

This post has already been read 175 times

Sorry, the comment form is closed at this time.