Jul 182016
 

image

Lettura — Los Angeles, 18 Maggio 1972

Praticamente, Krishna non è qui in questo mondo materiale. Proprio come per un grande uomo, la sua fabbrica sta andando, la sua attività è in corso, ma non necessariamente deve essere lì presente. La potenza di Krishna sta funzionando allo stesso modo. I suoi assistenti, i suoi numerosi esseri celesti, stanno lavorando. E negli śāstra viene descritto proprio come il sole. Il sole è la causa effettiva di questa manifestazione cosmica materiale. E’ descritto nella Brahma-saṁhitā:
yac-cakṣur eṣa savitā sakala-grahāṇāṁ
rājā samasta-sura-mūrtir aśeṣa-tejāḥ
yasyājñayā brahmati sambhṛta-kāla-cakro
govindam ādi-puruṣaṁ tam ahaṁ bhajāmi
(Brahma-samhita 5.52)
Govinda, Dio, il sole è descritto come uno dei Suoi occhi. Sta vedendo tutto. Non puoi nasconderti alla vista di Dio, come non si può nascondere se stessi dal sole. Allo stesso modo, il nome di Dio…e ci può essere qualsiasi nome… E’ ammesso nella letteratura vedica che Dio ha molti nomi, ma questo nome ‘Krishna’ è il nome principale. mukhya. mukhya significa principale. Ed è tradotto in un bel significato: “infinitamente affascinante”. In tanti modi Lui è infinitamente affascinante. Il nome di Dio, il Movimento per la Coscienza di Krishna sta propagandando il nome di Dio, la gloria di Dio, le attività di Dio, la bellezza di Dio, l’amore di Dio. Tutto. Abbiamo molte cose in questo mondo, tutte sono in Krishna. Qualunque cosa abbiate ottenuto.
Proprio come qui, la caratteristica più importante di questo mondo materiale è l’attrazione sessuale. Anche questa c’è in Krishna. Noi adoriamo Rādhā e Krishna, l’attrazione. Ma quella attrazione e questa attrazione non sono la stessa. Una è reale, l’altra irreale. Abbiamo a che fare con tutto ciò che è presente nel mondo spirituale, ma è solo un riflesso. Non ha alcun valore reale. Proprio come nel negozio del sarto, ci sono così tanti bei manichini, Una bella ragazza sta lì in piedi, ma nessuno si occupa di guardarla. Perché tutti sanno che è falsa. Per quanto bella possa essere, è falsa. Ma una donna viva, se è bella, così tante persone la guardano. Perché questa è reale. Questo costituisce un esempio. Qui, anche le cose cosiddette viventi sono morte, perché il corpo è materia. E’ un grumo di materia. Non appena l’anima si allontana dalla stessa donna bellissima, nessuno più si preoccupa di guardarla. Perché va bene come la bambola nella vetrina della sartoria. Così il vero fattore è l’anima spirituale, e qui tutto è fatto di materia morta, quindi è semplice imitazione, riflesso. La cosa vera è nel mondo spirituale.
C’è un mondo spirituale. Coloro che hanno letto la Bhagavad-gītā, possono capire. Il mondo spirituale è descritto lì: paras tasmāt tu bhāvo ‘nyo ‘vyakto ‘vyaktāt sanātanaḥ (BG 8.20) bhāvaḥ. bhavah significa natura. C’è un altra natura oltre questa natura. Possiamo vedere questa natura fino al limite del cielo. Gli scienziati stanno cercando di andare fino al più lontano pianeta, ma hanno calcolato che ci vorranno quaranta mila anni. Allora, chi arriverà a vivere per quaranta mila anni? Andare e poi tornare. Ma c’è un pianeta. Non possiamo calcolare nemmeno la lunghezza e la larghezza di questo mondo materiale, che dire del mondo spirituale. Per questo dobbiamo apprendere da fonti autorevoli. Tale fonte autorevole è Krishna. Perché, come abbiamo già descritto, nessuno è più saggio o ha più conoscenza di Krishna. Così Krishna dà questa conoscenza: paras tasmāt tu bhāvo ‘nyo (BG 8.20) “Al di là di questo mondo materiale c’è un altro cielo spirituale”. Ci sono anche innumerevoli pianeti, e questo cielo è molto, molto più grande di questo cielo. È solo un quarto. E il cielo spirituale è tre quarti. E’ descritto nella Bhagavad-gītā, ekāṁśena sthito jagat (BG 10.42). Questo mondo materiale è solo un quarto. L’altro mondo è spirituale e di tre quarti. Supponendo che la creazione di Dio è cento, questa è solo il venticinque per cento; c’è un altro settantacinque per cento. Allo stesso modo anche gli esseri viventi; solo una parte molto piccola, frammentaria, degli esseri viventi è qui e là, nel mondo spirituale, c’è la porzione maggiore.

This post has already been read 95 times

Sorry, the comment form is closed at this time.