Apr 302016
 

Il piu’ grosso giornale di S.Francisco, il Chronicle, aveva pubblicato un articolo su Swamiji “Uno Swami entra nella terra degli hippy – Un saggio religioso apre un tempio a S.Francisco”.
Cominciava cosi’: “un saggio indiano, definito dai suoi amici e dal poeta Allen Ginsberg come uno dei capi piu’ conservatori della sua fede, ha inaugurato ieri una specie di campagna evangelica nel cuore del rifugio degli hippy a S.Francisco”.
Swamiji non apprezzo’ il fatto che l’avessero definito un conservatore.. era indignato… “Conservatore?? E perchè mai??”

“Per la droga e il sesso”, suggeri’ Mukunda.

“Beh, in quel senso siamo conservatori” disse Swamiji. “Ma questo significa soltanto che stiamo seguendo gli sastra. Non possiamo allontanarci dalla Bhagavad Gita. Ma non possiamo essere definiti conservatori. Caitanya Mahaprabhu era cosi’ rigido che non ha mai nemmeno guardato una donna, ma noi accettiamo tutti nel nostro movimento, senza badare al sesso, alla casta alla posizione o qualsiasi altra cosa. Tutti sono invitati a cantare Hare Krisna. Questa è la generosità di Caitanya Mahaprabhu, la sua liberalità… NO, NOI NON SIAMO CONSERVATORI…

Tratto da SRILA PRABHUPADA – Ha costruito una casa in cui il mondo intero puo’ vivere –

This post has already been read 119 times

Sorry, the comment form is closed at this time.