Sep 142016
 

Domanda

Hare Krishna Manonatha Dasa, per favore accetta i miei più umili omaggi. Vorrei sapere per piacere come fece Narada Muni a diventare così grande. A trascendere la materia divenendo perfetto nella pratica del bhakti yoga, grazie in anticipo, Hare Krishna.

 

Risposta

Caro Fabien, Hare Krishna.

La storia di Narada Muni viene raccontata nel primo Canto dello Srimad-Bhagavatam. Nella vita precedente egli era il figlio di una cameriera e nel luogo dove lei lavorava passava e si fermava tanta gente.
Una volta un gruppo di saggi puri devoti si fermo’ per tutto il periodo del caturmasya e lui, nonostante la giovane eta’, pote’ rendere loro del servizio. Narada aveva una buona predisposizione mentale ed era naturalmente attratto alla vita spirituale.

Quando i saggi partirono lui voleva seguirli pero’ l’affetto per sua madre glielo impedi’. Quando lei mori’, Narada parti’ verso il nord alla ricerca dela Verita’. Questo momento corrispose alla fine del giorno di Brahma precedente al nostro e anche lui, come parte della creazione materiale, rientro’ nel corpo di Visnu.
Quando tutto fu pronto per la nuova creazione, anche Narada usci’ dal corpo del Signore e nacque dalla devozione di Brahma, come suo figlio.
Egli viaggi costantemente per tuto l’universo suonando la sua vina, cantando e predicando la coscienza di Krishna.

Srila Prabhupada commenta che fu il servizio reso a quei bhaktivedanta (come lui li chiama) a conferirgli questa nascita cosi’ elevata.

Cosi’ apprendiamo quanto importante sia rendere servizio (seva) ai puri devoti.

Non ci e’ dato conoscere se l’attrazione alla vita spirituale del giovane Narada fu una consequenza di qualcosa fatta in qualche sua vita precedente o una pura misericordia di quei puri devoti. Sta di fatto che uno deve cercare un puro devoto per avanzare nella vita spirituale.

Manonatha Dasa (ACBSP)

This post has already been read 116 times

Sorry, the comment form is closed at this time.