Sep 232016
 

manonatha-dasa-976-iLe istruzioni Manonatha Maharaja ai suoi discepoli e aspiranti discepoli (diksa e siksa)

Domanda:

Perche’ cercare un guru?

Risposta:

Le Scritture e gli Acarya, nonche’ la logica comune, dicono che non e’ possibile avanzare nella vita spirituale senza studiare, dare servizio ed essere iniziato da un maestro spirituale autentico.
tad viddhi pranipatena
pariprasnena sevaya
upadeksyanti te jnanam
jnaninas tattva-darsinah
Bhagavad-gita, 4.34
In questo verso tre parole sono particolarmente importanti:
pariprasna, fare domande, seva, prestare servizio, upadesa, iniziazione.
Colui che e’ sincero nel volere la Verita’ Assoluta cerca un Maestro spirituale autentico, gli pone domande, gli da’ servizio e vuole l’iniziazione, che e’ il momento piu’ importante della vita umana.

 

Domanda:

Quali sono le qualita’ piu’ imporanti di un discepolo?

Risposta:

Che sia determinato a cercare la Verita’ Assoluta, a cercare un Mestro spirituale autentico, a fargli domande, a offrgli servizio e a volere l’iniziazione.

 

Domanda:

Quali sono le qualita’ piu’ importanti di un Guru?

Risposta:

Deve essere parte di una parampara (scuola di spiritualita’) autentica, deve avere una conoscenza perfetta, non puo’ avere desideri materiali e il suo unico desiderio sia di servire Guru e Krishna.

 

Domanda:

Se incontro un Guru che mi ispira, che devo fare perche’ mi accetti?

Risposta:

Semplicemente vai da lui e digli, “Caro Guru Maharaja, dammi la misericordia di accettarmi come discepolo”
Se risponde di si’, chiedigli di cominciare a cantare il suo pranama-mantra e comincia a comportarti da discepolo.

 

Domanda:

Come si chiamano i mantra per i Maestri spirituali?

Risposta:

Il mantra del proprio maestro spirituale si chiama Guru Pranama Mantra.
Il mantra al Guru del proprio Guru (Srila Prabhupada, nel tuo caso) si chiama Paramaguru Pranama Mantra.

 

Domanda:

Quale e’ il pranama mantra di Manonatha Maharaja?

Risposta:

namah om vishnupadaya krishna presthaya bhutale
srimate manonatha prabhur iti namine

 

Domanda:

Quale e’ il pranama mantra di Srila Prabhupada?

Risposta:

nama om visnu-padaya krsna-presthaya bhu-tale
srimate bhaktivedanta-svamin iti namime
namas te sarasvate deve gaura-vani-pracarine
nirvisesa-sunyavadi-pascatya-desa-tarine

 

Domanda:

Quando si recita il Pranama mantra?

Risposta:

Si recita tutte le volte che si offrono omaggi al Guru, nel tempio, quando si inizia a cantare il maha-mantra, durante la offerta del cibo, quando si offrono omaggi alle Srimurti (le Divinita’).

 

Domanda:

Come si recita il Guru pranama mantra?

Risposta:

A voce sufficientemente alta perche’ lui possa ascoltare, con piena devozione e gratitudine.

 

Domanda:

Quando posso prendere iniziazione?

Risposta:

La qualificazione minima prevede di cantare un minimo di 16 giri di japamala al giorno e osservare i quattro principi regolatori.
A meno che non ci siano circostanze particolari, il discepolo deve studiare e dare servizio al guru almeno per un anno.
Dovrebbe seguire un corso per apprendere le molte e buone etichette di comportamento importanti per la vita spirituale.

 

Domanda:

Come ci si rivolge al Guru?

Risposta:

Mai col suo nome proprio solamente ma sempre con un titolo onorifico. Per esempio “Sri” o “Srila” prima del nome. Il nome dovrebbe sempre essere seguito dal titolo “Maharaja”.
Si utilizzano forme di rispetto come “Guru Maharaja” o “Gurudeva”. O “Srila Guru Maharaja” o “Srila Gurudeva”.

 

Domanda:

Come devo comportarmi quando incontro personalmente il mio maestro spirituale?

Risposta:

Rendi omaggi, recitando il Guru Pranama Mantra, fai domande e offri servizio con sincerita’ e devozione.

 

Domanda:

Come dovrei scrivere al maestro spirituale? E lui in genere in che maniera mi risponde?

Risposta:

Facciamo un esempio:

Caro Guru Maharaja,
accetta per favore i miei piu’ rispettosi omaggi. Tutte le glorie a Srila Prabhupada
(scrivi il testo della lettera…)
Si conclude dicendo:
Tuo servitore (o eterno servitore)
Il tuo nome.

Il maestro spirituale non offre omaggi ma benedizioni. Dunque lui puo’ rispondere in questo modo:
Caro Krishna Dasa,
accetta le mie benedizioni. Tutte le glorie a a Srila Prabhupada.
(lettera)
Hare Krishna
Domanda
Come si fanno gli omaggi?
Risposta
Normalmente di fronte, a meno che le Divinita’ non siano di fronte al Guru, o che altre situazioni lo rendano inappropriato.
In questi casi si fanno dando il lato sinistro.
Domanda
Dove metto la foto del Maestro spirituale?
Risposta
La sua foto si puo’ mettere in qualsiasi parte della casa. Se hai un altare deve essere messa alla destra di Srila Prabhupada. La foto deve essere piu’ piccola rispetto a quella di Srila Prabhupada.
Nel caso di un tempio, la foto del Guru va messa solo quando il pujari entra per fare la offerta e la toglie quando termina.
Prima dell’iniziazione e’ bene avere un incontro personale col Guru.
Domanda
Altre istruzioni?
Risposta
Le devote e i devoti che saranno iniziati devono indossare indumenti devozionale.

Vaisnavis:
con un sari e i capelli raccolti, tilaka, un giro della collana di Tulasi al collo (kanthimala), pero’ con un’altra collana di due giri su un piattino che si porra’ al collo dopo la iniziazione. Una japa-mala nuova, sulla quale non si e’ mai cantato preferibilmente di Tulasi, devono imparare il pranam del Guru e raccogliere il Guru Daksina da offrire al Guru con attitudine di devozione, rispetto e gratitudine.
Cantare un minimo di 16 giri al giorno e rispettare i principi regulatori.

Vaisnavas:
dhoti, kurta e sikha nella sommita’ del capo (a meno che non abbia una ragione seria per non poterla avere). Una collana di Tulasi al collo (kanthimala) per un giro solo, pero’ altri due giri in un piattino che mettera’ dopo la iniziazione.
Una japa-mala nuova, sulla quale non si e’ mai cantato preferibilmente di Tulasi, devono imparare il pranam del Guru e raccogliere il Guru Daksina da offrire con attitudine di devozione, rispetto e gratitudine.
Cantare un minimo di 16 giri al giorno e rispettare i principi regulatori.

 

Domanda

Che cosa e’ il Guru daksina?

Risposta

E’ tradizione che il discepolo, dopo l’iniziazione, dia un donazione al Maestro spirituale. In genere si raccoglie tra i presenti subito dopo la cerimonia.

 

Domanda

Che cosa e’ il Vyasa-puja?

Risposta

E’ il compleanno del Maestro spirituale. Si chiama Vyasa Puja perche’ il Guru e’ il rappresentante di Vyasadeva. E’ uno dei giorni piu’ importanti dell’anno e si dovrebbe celebrare con devozione.

 

Domanda

Quanto importante e’ il nome che ricevo al momento dell’iniziazione?

Risposta

E’ molto importante, e’ un nome di Krishna e ti accompagna per il resto della tua vita. Presentati sempre con quel nome e dovresti chiedere gli altri che ti chiamino in quel modo. Eccetto ovviamente circostanze di lavoro o altre.
Consiglio di cambiare email, nome alla pagina Facebook, o altro. In altre parole il devoto e orgoglioso del suo nome spirituale.

 

Domanda

Che differenza c’e’ fra diksa-guru e siksa-guru?

Risposta

Secondo le Scritture non ci sono differenze in valore tra il Diksa-guru e il Siksa-guru. Tutti e due sono “Guru Maharaja” e si deve portare loro lo stesso rispetto. C’e’ solo una differenza di ruoli.
Nella vita c’e’ un solo diksa-guru mentre uno puo’ avere diversi siksa-guru.
Se uno e’ gia’ iniziato e vuole accettare uno siksa-guru dovrebbe prima chiedere le benedizioni del suo diksa-guru.

 

Domanda

Io vorrei essere iniziato da te, pero’ nel passato avevo gia’ chiesto la stessa cosa a un altro Guru. Che devo fare?

Risposta

Prima dell’iniziazione devi ricevere la benedizione scritta dell’altro Maestro spirituale.

 

 

Nota:
Questo articolo di quando in quando sara’ aggiornato. Quando questo accade ne trovate nota nel nostro sito.
www.isvara.org

 

 

This post has already been read 169 times

 Posted by on 23 September 2016 at 22:56:52 AST

Sorry, the comment form is closed at this time.